home

RECTOR´S PALACE


Nel XIX secolo, all`epoca del governo austriaco, per rispondere alla crescente necessità di nuovi spazi amministrativi, venne integrato alla parte est del Palazzo Ducale, il Palazzo della Luogotenenza costruito nel 1607 in stile barocco.

 

Il Palazzo Ducale viene menzionato per la prima volta nelle fonti storiche del 1288. Nei secoli ha subito numerose ristrutturazioni però alcune pareti  mostrano tutt’oggi alcuni elementi in stile prettamente romanico e gotico. All`inizio del XIX secolo è stato completamente rinnovato dall`architetto Frane Zavoreo e come tale oggi rappresenta l`esempio più antico di architettura classicistica a Zara.

 

Nel XIX secolo, all`epoca del governo austriaco, per rispondere alla crescente necessità di nuovi spazi amministrativi, venne integrato alla parte est del Palazzo Ducale, il Palazzo della Luogotenenza costruito nel 1607 in stile barocco.


Nel corso degli anni Il Palazzo Ducale è stato il nucleo della vita culturale della città di Zara, ospitando la biblioteca comunale, la scuola di musica e ballo nonché la sala concerti.

 

Durante la guerra civile fu colpito con otto proiettili di grande calibro che non solo danneggiarono la facciata ma indebolirono anche la sua struttura statica.

 

La prima fase della ricostruzione iniziò nel 1999 e venne realizzata utilizzando lo stesso materiale con cui fu costruito originariamente.

 

Per metterlo in funzione è stato richiesto non solo uno sforzo straodinario ma anche ingenti risorse finanziarie. Oggi l`edificio ospita La Sezione di Storia Naturale del Museo Nazionale e la Galleria d`Arte.  

 

Il progetto, non ancora ultimato, prevede l’inaugurazione del Centro di Eredità su una superficie totale di 7.500 mq e che dovrebbe unire il Museo Nazionale di Zara a tutte le altre sezioni.

 

Intanto, nel 2011, gli architetti Igor Pedišic e Ivo Letilović, in collaborazione con il  Museo Nazionale di Zara, il Comune di Zara e l’Istituto per la Conservazione e il Restauro, hanno allestito delle mostre temporanee in alcune sale del Palazzo. Le sale, collegate tra loro tramite dei piccoli ponti in legno, ricordano delle gabbie e sono state costruite utilizzando gli scarti provenienti dal materiale edile impiegato per la ricostruzione del Palazzo. Una delle sale ospita  l`esposizione marittima ed è nucleo del futuro Museo Marittimo.



facebook pagina

  • Mappa